Razzismo: scritte contro Anna Frank, la condanna di Alemanno


Ancora scritte. Ancora razzismo. Ancora ignoranza. Oggetto delle vergognose scritte stavolta non è un uomo politico, come nel recente caso del presidente del Senato, Renato Schifani, ma la Memoria. Le scritte aberranti comparse in via di Torre Annunziata nel VI Municipio sono rivolte ad Anna Frank, simbolo della crudele follia dell'antisemitismo.

Venuto a conoscenza dei fatti, il sindaco Gianni Alemanno, oltre ad averle definite "oscene e vergognose", ha dato immediato incarico di cancellarle. E ancora le sue parole: "Condanno con forza, anche a nome di tutta l'amministrazione capitolina questi atti scellerati che offendono la memoria di chi ha vissuto e pagato con la vita una delle più aberranti forme di discriminazione razziale".

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: