Chiude il Parco di Centocelle: "è troppo pericoloso"

Nato per conservare la memoria storica e per dare un po' di natura a una zona ingrigita dal cemento, il Parco Archeologico di Centocelle chiude oggi al pubblico, dopo appena due anni dall'inaugurazione. Venti erano stati invece gli anni di attesa per la realizzazione di questo polmone verde, come venti erano i milioni di euro stanziati per quello che sarebbe diventato il più grande parco urbano del sud est di Roma. Dall'avvio del progetto, che prevedeva l'impegno di 120 ettari, ne sono stati sfruttati solo 33.

Molte associazioni di cittadini residenti nei quartieri Centocelle, Torre Spaccata, Don Bosco, Tor Tre Teste, si stanno impegnando nel chiedere al sindaco Alemanno di rivedere la decisione della chiusura, di protrarre il servizio di vigilanza disattivato precedentemente, e per sapere quale sarà il destino dei fondi già stanziati in bilancio Comunale per il proseguimento dei lavori.

Fonte | abitarearoma

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: