Terza edizione del Festival del cinema di Roma - Ecco i film ed il programma


Cinque star internazionali di primissimo livello: Al Pacino, Viggo Mortensen, Edward Norton, Keira Knightley e la nsotra Monica Bellucci. 21 film italiani presenti, di cui 6 in gara. Un totale di 20 film nella sezione principale e registi di fama mondiale nelle altre sezioni: Gus Van Sant, Wim Wenders, Jane Campion e David Cronenberg. Questo il menù principale della terza edizione del Festival internazionale del cinema di Roma, in programma nella Capitale dal 22 al 31 ottobre.

Il ricco calendario di film ed eventi è stato presentato questa mattina in Campidoglio. Due film italiani, in prima mondiale, apriranno e concluderanno il Festival. Si tratta de "L’uomo che ama" di Maria Sole Tognazzi con Monica Bellucci, Pierfrancesco Favino e Ksenia Rappoport e L’ultimo Pulcinella, con Massimo Ranieri. In mezzo tante star e molti film internazionali. Il giorno di apertura, ad esempio, sarà proiettato il lungometraggio contro la povertà nel mondo, Huit/ Eight, diretto da otto registi di fama come Jane Campion, Gael García Bernal, Jan Kounen, Mira Nair, Gaspar Noé, Abderrahmane Sissako, Gus Van Sant, Wim Wenders e fortemente voluto dall'Onu.

Completano la selezione ufficiale del Festival: Aide-toi et le ciel t'aidera del regista di Francois Dupeyron; Good di Vicente Amorim, con Viggo Mortensen e Mark Strong; Baksy - Native Dancer della russa Gulshat Omarova; Iri di Lu Zhang, Pride and Glory di Gavin Ò Connor con Edward Norton e Collin Fawell; Le barrage contre le Pacificque di Rithy Panh; Cliente, della francese di Josiane Balasko; Le plaisir de chanter di Ilan Duran Cohen; A Corte do Norte del portoghese Joao Botelho; Easy Virtue dell'australiano Stephan Elliot; With a Warm Heart di Krzysztof Zanussi; Schattenwelt di Connie Walter; El Artista dell'argentino Mariano Cohn; Opium War di Siddiq Barmak e i sei film italiani. Oltre ai già citati: Galantuomini di Edoardo Winspeare, con Donatella Finocchiaro e Fabrizio Gifuni; Parlami di me, di Brando De Sica; Il passato è una terra straniera di Daniele Vicari e con Elio Germano (i trailer promettono molto bene), e Michele Riondino; Rèsolution 819 di Giacomo Battiato; Un gioco da ragazze di Matteo Rovere. Premi speciali, invece, andranno ad Al Pacino e Gina Lollobrigida (Marc'Aurelio alla carriera per entrambi). Insomma. si preannuncia un grande Fesrival, molto poco differente dalle edizioni passate targate Bettini. Unica cosa che non cambia la Location, come sempre, l'Auditorium-parco della Musica. Segue la lista di alcuni film italiani presenti in calendario ed altre informazioni.

Come detto saranno ventuno film italiani alla terza edizione del Festival di Roma, in programma dal 22 al 31 ottobre: oltre ai 6 in gara da segnalare un interessante "Pinocchio", film tv in anteprima al festival, con Alessandro Gassman, Margherita Buy, Bob Hoskins e Luciana Littizzetto, "Il sangue dei vinti" di Michele Soavi, e "Aspettando il sole" di Ago Panini con Raoul Bova, Giuseppe Cederna e Gabriel Garko.

Interessante sarà anche la presenza di Pacino. L'attore americano riceverà un premio alal carriera e il Marc'Aurelio d'oro vinto dall’Actors Studio a cui il Festival di Roma offre un ulteriore omaggio dopo tre anni di proiezioni e approfondimenti. Anche Al Pacino, come gli altri premiati, da Sophia Loren a Sean Connery, che nell’ambito de ”L’Altro Cinema” lo hanno preceduto, parteciperà ad un incontro con il pubblico del Festival e i giornalisti accreditati commentando dal vivo alcune scene di film che verranno proiettate a dimostrazione del metodo inconfondibile di immedesimazione e ricerca soggettiva che caratterizza da sempre lo stile dell'Actors Studio.

Assente, infine, sarà il sindaco di Roma Gianni Alemanno. Queste le sue dichiarazioni odierne: "Non sarò mai sul Red carpet. Il Red carpet è per attori, produttori e per chi fa cinema, non per i politici".

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: