"Bacio" al Colosseo, i due ragazzi a giudizio per atti osceni in luogo pubblico

Michele F. e Roberto L., i due giovani sorpresi dai carabinieri nei pressi del Colosseo a scambiarsi "effusioni giudicate contrarie alla pubblica decenza", saranno processati il 24 febbraio prossimo per atti osceni in luogo pubblico. I fatti risalgono al 27 luglio 2007. Secondo l'accusa, i due erano impegnati "in circostanze che avrebbero richiesto l'intervento dei militari anche se si fosse trattato di una coppia eterosessuale, e non a scambiarsi un bacio come loro stessi hanno sostenuto più volte anche in pubbliche prese di posizione e in interviste".

Secondo la difesa esisterebbero alcune videoregistrazioni che proverebbero l'insussistenza del reato contestato alla coppia omosessuale. Parla l'avvocato Michele Stoppello, legale dei due giovani: "Avevamo chiesto l'acquisizione di filmati effettuati la notte del 26 luglio dalle telecamere posizionate vicino la scalinata d'accesso al Colosseo. Ma secondo la pubblica accusa l'acquisizione della videoregistrazione è attività complessa dall'esito incerto e non proporzionata all'oggetto del procedimento. [...] Ma affronteremo con serenità il processo confidando pienamente nella giustizia".

  • shares
  • Mail
30 commenti Aggiorna
Ordina: