Ztl sperimentale al Gazometro: attiva venerdì e sabato, dalle 23 alle 3

Da anni i residenti del quartiere Ostiense protestano all'ombra del gazometro contro i disagi causati dalla movida che imperversa nei numerosi locali, il caos del traffico e il relativo problema dei parcheggi. Da ieri però a cambiare un po' le carte 'in tavola e in strada' per parecchi, potrebbe contribuire la partenza della tanto attesa sperimentazione che delimita il quadrilatero della nuova Zona a Traffico Limitato, che da via del Porto Fluviale, prosegue lungo via Ostiense e continua su via del Commercio.

Dal 1 febbraio 2013 tutti i venerdì e sabato, dalle ore 23:00 alle 3:00, per non residenti e autorizzati diventano aut via dei Magazzini Generali, via Acerbi e via del Gazometro, inaccessibili per parcheggiare e raggiungere tutti i locali che ospitano queste vie. A salvaguardare il rispetto del divieto non saranno telecamere ma una ventina di vigili, almeno durante la sperimentazione.

Un nuovo cambiamento per la mobilità di questa zona in continuo fermento, destinata a cambiare ancora, in sintonia con i cantieri in corso d'opera, e quelli che hanno visto finalmente la fine, prima con l'inaugurazione del Ponte Cavalcaferrovia ostiense, poi con l'apertura della nuova via degli Argonauti, che si affaccia su via Ostiense prima e dopo il palazzo della Prefettura o Centro Argonauti che dir si voglia, costruito sulla sede stradale della vecchia via degli Argonauti. Cambiamenti che relegano il paesaggio pre-industriale alla preistoria del quartiere.

Avventori del fine settimana siete avvertiti, ma tenete conto che per raggiungere il quadrilatero della movida del quartiere, potete sempre approfittare dei bus in servizio giornaliero e notturno o di una bella passeggiata, lasciando i vostri veicoli in uno dei parcheggi di scambio limitrofi, da San Paolo all'Air Terminal, ammesso che troviate posto.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail