Dramma a Pomezia: imbraccia fucile e uccide sorella e fratello

Imbraccia il fucile da caccia ed uccide la sorella e il fratello. E' successo ieri notte a Pomezia, presso una villetta in via delle Tre Canelle, una traversa di via Pontina Vecchia. Il motivo che ha portato alla tragedia sembra sia legato all'ennesima lite legata alla spartizione di un terreno.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, l'uomo, Delio Masci, pastore di 47 anni, sarebbe stato colto da un raptus omicida ed avrebbe rivolto la carabina prima contro il fratello di 46 anni, Davide, sparando e lasciandolo in una pozza si sangue all'interno della sua stanza; quindi ha ingaggiato una colluttazione con la sorella Natalina, di 43 anni, freddandola con una serie di colpi alla testa. Al momento della tragedia nella casa era presente anche la madre, rimasta fisicamente incolume.

Al momento dell'intervento dei Carabinieri, avvertiti dai vicini spaventati dai colpi esplosi nella casa, l'uomo avrebbe opposto resistenza sparando una trentina di colpi alla cieca. Gli Agenti hanno approfittato di un momento di distrazione del pastore per immobilizzarlo e quindi trarlo in arresto.

Via Ansa

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: