Romani che fanno successo all'estero. I Romanacci dei fratelli Ricci nel Connecticut

Non poteva avere un nome migliore – Romanacci – il ristorante “romano de Roma” aperto da due fratelli – i Ricci - cresciuti a pane e cucina e sbarcati in Usa con il sogno di portare i sapori della cucina nostrana in America. I due, osannati da un giornale di Norwalk, in Connecticut appunto, collezionano ottimi commenti in rete su siti web e social network americani, e hanno mantenuto il bell'aspetto colorito, nelle foto, che tanto mi piace in “certi” romani cresciuti mangiando bene.

La storia è a lieto fine, e la raccontiamo come a volte facciamo per sapere il destino dei nostri concittadini che hanno fatto successo all'estero (ricordate il “trapizzino” sbarcato a New York?). Anche in questo caso, come quasi sempre, si parte da un sogno e da una passione di famiglia.

Perchè come spiegano loro, sono cresciuti professionalmente nel business della ristorazione. Poi Graziano, che è sbarcato in America 14 anni fa, è riuscito a diventare chef a New York (“La grande Mela era il mio sogno”) e quattro anni fa ha coinvolto nei suoi progetti anche il fratello Maurizio.

E l'esperimento è andato bene, visto che oltre all'Osteria romana, un locale più “formale”, hanno aperto poprio la scorsa settimana I Romanacci, che è un “open bar” e allo stesso tempo un punto ristoro. Che comprende un banco di pizza al taglio gourmet, un angolo per l'espresso, un'area wine e cheese bar, portate di pasta fatta in casa.

Il tutto in un ambiente dallo stile “rustico” e totalmente open, con ambienti in cui si prepara il cibo a vista. “Qualcosa che puoi trovare in Italia ma non qui”, spiegano i proprietari.

Via | The hour

  • shares
  • Mail