Gita fuori porta: ad Acquapendente per la Sagra della fregnaccia

A Roma è soltanto un altro modo di dire “bugia”, o, al limite, “frescaccia”, ma ad Acquapendente, ridente paesino del Viterbese, la fregnaccia è una specialità culinaria di tutto rispetto, il cui sapore unico è tutt’altro che falso! È così, infatti, che proprio qui, da 36 anni a questa parte viene organizzata la Sagra della fregnaccia, che è un tipo di pasta con la sfoglia fatta a mano, condita con abbondante ragù di carne e completata da una bella spolverata di pecorino grattugiato.

Con l’acquolina che già mi inonda la bocca ancor prima di partire per questo nuovo weekend fuori porta animato dai piaceri della tavola, vi racconto che quest’anno ad Acquapendente le cose si fanno in grande stile e le fregnacce vengono accostate a frappe a castagnole perché… è Carnevale! E questo rende il calendario dei festeggiamenti ancora più incredibile.

Dicevamo che si inizia domenica sotto i portici del Comune con la degustazione delle fregnacce, ma nel pomeriggio non si può mancare la tradizionale sfilata di carri allegorici e poi, di sera, il concerto in piazza della Gatto Matto band. Si prosegue giovedì 7, che è giovedì grasso, con il veglione di Carnevale per bambini, mentre il venerdì sarà il turno degli anziani di festeggiare, con una splendida serata in liscio presso il Teatro Boni.

Sabato sera, sempre a teatro, il Gran ballo di Carnevale con ingresso a pagamento e costume di rigore, mentre domenica 10 si replica con le fregnacce al sugo, i carri e la musica. Tutto deve finire, e così anche qui: martedì 12 ancora musica, suggestiva fiaccolata serale con la sepoltura (ma solo fino all’anno prossimo, eh!) di Re Carnevale e altro veglionissimo in maschera al Capannone, con tanto di premiazione della maschera più bella. Che aspettate?

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail