Telecamere per gli asili: un Grande Fratello per i bambini romani?

“Un piano regolatore per l’infanzia” è l’obiettivo che si prefigge Laura Marsilio, Assessore all’Infanzia, alla Famiglia e alla Scuola del Comune di Roma, “che consenta di reperire spazi e risorse”. È un problema pressante, quello degli asili per la prima infanzia, con qualcosa come 9mila bambini nelle liste d’attesa. Appena approvate, intanto, dal Comune nuove norme per il reclutamento dei docenti scuole d'infanzia.

Priorità secondo l’assessore è, in linea con la campagna elettorale di Alemanno, la sicurezza. “Sono del parere che la videosorveglianza esterna sia importante, mi batterò perché si possano trovare fondi per intervenire almeno nelle situazioni più a rischio”, dichiara Marsilio al quotidiano DNews. Chissà se la generazione di futuri aspiranti protagonisti del Grande Fratello sarà a suo agio davanti alle telecamere.

Altra stoccata polemica che non fa sconti alla precedente giunta Veltroni riguarda il tema dei menù etnici che erano stati introdotti nelle mense scolastiche, con lo scopo di favorire a partire dalla tvola una cultura dell’integrazione e della civile convivenza in una città che si fa sempre più multietnica. “Basta esperimenti”, taglia corto Marsilio.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: