Mercati del Contadino, mercati biologici, GAS e distributori di latte: come risparmiare sui generi alimentari


Il carovita avanza spedito, gli aumenti si fanno insopportabili e chi ci rimette sono i consumatori in primo luogo, ma anche i produttori. Ecco allora che le due categorie si vengono incontro azzerando i costi di trasporto e gestione delle merci che diventano un risparmio per il consumatore ed un opportunità in più per il produttore.

Si tratta di quelle operazioni di cosiddetta "filiera corta", ovvero della possibilità di comprare i prodotti ortofrutticoli e simili direttamente dal produttore, invece che al negozio o sulle bancarelle del mercato, con un notevole risparmio e una qualità dei prodotti garantita. I vantaggi di questi mercati, oltre al notevole risparmio, sono dovuti al fatto che spesso i prodotti sono coltivati secondo principi bio, e si possono trovare produzioni che solitamente non trovano spazio nel mercato della distribuzione perchè non riescono a garantire quantità così grandi di prodotto.

Anche nel Lazio, come in molte altre regioni si tengono periodicamente questi Farmer's Market o anche detti Mercati del Contadino. Su internet si trovano tutte le informazioni su luogo, orari e periodicità dei mercati.

Inoltre ci sono anche informazioni riguardo ai mercati biologici e alle aziende con vendita diretta, dove è possibile risparmiare recandosi direttamente dal venditore. Per chi fosse interessato ci sono anche i distributori di latte crudo Biolà, con tanto di distributore itinerante, vendita di carne e prodotti caseari (yogurt, caciotta, ricotta, ecc...).

Infine anche nel Lazio sono presenti i GAS (gruppi di acquisto solidale), ovvero consumatori che acquistano grandi quantità di prodotti a prezzi da ingrosso, spartendoseli poi in maniera solidale appunto.

Non è molto, ma sempre di risparmio si tratta e a volte non è nemmeno poco.

foto | giasco

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: