Alitalia, Fiumicino verso il ridimensionamento?

Walter Schiavella, leader della Cgil di Roma e Lazio, lancia l'allarme su Fiumicino: "Dalle indiscrezioni che filtrano l'impatto sarà devastante. Tra dipendenti e indotto, rischiano di perdere il lavoro più di diecimila persone". Il timpre sta anche nell'impatto che un eventuale ridimensionamento potrà avere sui flussi turistici, che fanno della Capitale una della città più visitate al mondo. Anche le istituzioni locali, con i sindaci di Roma e Fiumicino, insieme al presidente della Provincia Nicola Zingaretti, si dicono preoccupate e hanno chiesto un immediato incontro con il governo. Il presidente della Regione, Piero Marrazzo, ha convocato per la prossima settimana il tavolo interistituzionale per Alitalia avviato agli inizi di agosto.

Il piano del governo nazionale prevede un forte ridimensionamento del primo aeroporto della Capitale: perderebbe il ruolo di hub previsto con la vendita ai francesi, e il numero di destinazioni raggiunte potrebbe crollare da 120 a poco più di 40. E motlissimi tagli all'occupazione. Dice Zingaretti: "Dobbiamo chiedere un incontro immediato al governo perché ci chiarisca quanto sta avvenendo. Col declassamento dell'aeroporto, con l'incertezza delle destinazioni internazionali e con un numero impressionante di esuberi, si dà un colpo serio allo sviluppo del nostro territorio".

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: