Gita fuori porta: a Casaprota per la Sagra della bruschetta

Dopo aver festeggiato il mezzo secolo l’anno scorso, torna anche questo weekend un appuntamento tra i più amati della nostra rubrica fuori porta: la Sagra della bruschetta a Casaprota, in provincia di Rieti, che, come dicevamo, nel 2013 raggiunge l’onorevole traguardo della 51ª edizione.

Il piatto è tra i più poveri, certo, ma anche per una preparazione tanto semplice, o forse proprio in virtù di questa sua semplicità, la qualità degli ingredienti è estremamente importante: il pane, quindi, è solo quello cotto artigianalmente, che poi viene passato sulla brace e insaporito con “l’oro verde”, il profumatissimo olio della Sabina doc.

Ma questo è solo l’inizio: oltre alla bruschetta offerta gratuitamente, infatti, potrete assaggiare gli spaghetti all’amatriciana, preparati dalla proloco di Amatrice, non molto distante, o la zuppa di farro al tartufo, le fregnacce fatte di acqua e farina, la carne alla brace: insomma, tutte le migliori specialità che la tradizione culinaria reatina ci propone, alcune dedicate anche ai bambini, come le merende a base di frittelle di Mompeo e di ciambelle di Monetenero.

In occasione della sagra, inoltre, sarà riaperto al pubblico lo storico frantoio di “Mola Marri” del 1700 e la cooperativa dell’olio annessa che provvederà anche a fornire un’interessante degustazione guidata. Per chi invece vuole evadere nell’arte, consigliamo una visita alle chiese parrocchiali di San Domenico e di San Michele Arcangelo, oppure, fuori dall’abitato, una passeggiata tra le rovine romane e medievali, da ammirare a piedi, in bicicletta o perfino a cavallo.

Infine, il programma del fine settimana della sagra prevede anche la 9ª edizione della mostra-mercato sull’artigianato locale e i prodotti tipici, la mostra di pittura intitolata “Scorci di Casaprota” e numerose esibizioni musicali di gruppi folkloristici e bande cittadine dei dintorni.

Foto | Ufficio stampa

  • shares
  • Mail