Irlandesi investite, Vernarelli padre scagiona il figlio

"Non era mio figlio alla guida della macchina che uccise le due ragazze irlandesi il 18 marzo scorso in lungotevere degli Altoviti". La clamorosa affermazione è di Roberto Vernarelli, padre di Friedrich, detenuto nel carcere di Regina Coeli con l'accusa di omicidio colposo e guida in stato d'ebbrezza.

La prova che scagionerebbe il giovane sta nella testimonianza video di uno straniero che avrebbe detto alla polizia che non era Friedrich alla guida dell'auto pirata. Roberto Vernarelli esibirà questa prova venerdì nel corso della conferenza stampa, e annuncerà anche di aver rintracciato due ungheresi, ora in Gran Bretagna, che sarebbero stati in auto con il figlio e sarebbe poi scappati a seguito dell'incidente.

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: