Vigili Urbani armati, raggiunto l'accordo

Ieri l'annuncio ufficiale. "Dopo 35 anni — ha detto Gianni Alemanno — la polizia municipale di Roma torna ad avere un armamento per garantire l'autodifesa e la difesa dei cittadini". La dichiarazione è frutto di una lunga trattativa con il sindacato; hanno firmato tutte le sigle, tranne gli RdB.

I vigili urbani, salvo casi di obiezione di coscienza, potranno essere addestrati e avere le pistole. Angelo Giuliani, comandante dell'Arma, si dice soddisfatto: "Aspettavamo l'accordo da anni". In sintonia anche Alessandro Marchetti, segretario generale aggiunto del Sindacato unitario lavoratori polizia municipale (Sulpm). "Con questo atto — dice — la polizia municipale romana si avvicina a quelle delle altre grandi città italiane come Milano, Torino, Bologna, Genova, Firenze, Napoli, Palermo e Catania, che sono tutte armate". A settembre ci sarà il voto del Consiglio comunale.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: