Militari, ecco dove saranno

I primi 742 militari (dei 1.060 destinati alla capitale) arriveranno in città già da lunedì prossimo per presidiare "uffici diplomatici e altri siti sensibili della Capitale". A decidere nei dettagli la dislocazione è stato, stamattina, il Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza presieduto dal prefetto di Roma Carlo Mosca.

20 militari controlleranno gli uffici dell'ambasciata americana a via Pinciana nei pressi di Via Veneto. 20 soldati ciascuno saranno destinati alle sedi dell'ambasciata degli Usa presso la Santa Sede, in via Terme Deciane e in via Medici, alla sede dell'ambasciata americana presso la Fao in via di Porta San Sebastiano e nei pressi della residenza dell'ambasciatore in via Rossini. Altri 20 militari saranno ubicati presso la sede diplomatica palestinese di piazza San Giovanni in Laterano e ulteriori venti presso la residenza dell'ambasciatore.

40 destinati alla sede diplomatica israeliana presso la Fao di via Mercati; 20 presso la residenza dell'ambasciatore della Gran Bretagna in piazza di Villa Wolkonsky e ancora 20 davanti al palazzo di via Nomentana che ospita gli uffici dell'ambasciata libica. 8 militari per la sede diplomatica della Giordania, e 20 ciascuno per quelle dell'Arabia Saudita e della Palestina. A questi, poi, si aggiungono 28 militari presso gli uffici dell'ambasciata irachena.

60 soldati controlleranno il Cpt di Ponte Galeria, 40 l'ufficio immigrazione di via Patini e 50 la pineta di Castelfusano. Anche i nodi di scambio del trasporto pubblico locale avranno l'esercito a tutela della sicurezza con 92 uomini: 48 militari presidieranno il parcheggio di scambio dell'Anagnina, quattro invece, saranno inviati nelle stazioni di Ponte Mammolo, Battistini, La Storta, Saxa Rubra, Labaro, Tor Di Quinto, Ponte Delle Valli, Capannelle, Ostia, Acilia e Stella Polare.

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: