Gli Afterhours ammazzano il giovedì. Stasera all'Auditorium il meglio dell'indie rock italiano

Sonorità scure alternate ad accelerazioni taglienti faranno da drappo scenografico alle liriche barocche ed ermetiche messe su da Manuel Agnelli. Parliamo degli Afterhours e del loro concerto che si consumerà stasera tra i marmi e le linee curve della cavea all'Auditorium. Gruppo che non ha pudori musicali, non si risparmaia nella sperimentazione: tutto ciò fa degli Afterhours un baluardo della scena indie rock nostrana, una eccellenza musicale capace di proporsi anche all'estero senza sminuirsi in compromessi al ribasso.

Nel concerto di questa sera proporranno il loro ultimo lavoro, "I milanesi ammazzano il sabato" , sbilenca citazione volutamente errata del libro noir di Giorgio Scerbanenco, I milanesi ammazzano al sabato. Nella seconda parte della serata il gruppo proporrà una sessione più propriamente rock, pescando dal loro quasi ventennale repertorio: da "Pop Kills your soul" a "Germi" passando per "Quello che non c'è" fino a "Ballate per piccole iene".

Posti disponibili ce ne sono ancora, non troppi, nelle gallerie laterali della cavea.
Il concerto comincerà alle ore 21.
Il costo del biglietto è di 20 euro.
Auditorium Parco della Musica, viale Pietro de Coubertin. Info 06.80241.281

  • shares
  • Mail