Fiamme al campo nomadi di Via Candoni, esclusa la natura dolosa dell'incendio

Gianni Alemanno accorso al campo rom (photo by ilMessaggero)C’è stato molto clamore intorno alla vicenda del campo rom andato in fiamme ieri notte a Via Candoni, nel quartiere della Magliana. Un volontario dell’Arci, ora indagato, avrebbe detto agli inquirenti di aver visto alcune persone appiccare il fuoco attorno all’insediamento.

In realtà, stando a quanto risulta dai rilievi di polizia e vigili del fuoco, non ci sarebbe alcuna natura dolosa nell’incendio avvenuto ieri notte. Le fiamme molto probabilmente sono state alimentate dal forte vento che ieri ha interessato la città di Roma, non c’è alcuna traccia che possa confermare l’ipotizzato uso da parte di terzi di bottiglie molotov per incendiare il campo nomadi.

Comunque sia per fortuna non c’è stato alcun ferito tra gli ospiti dell’insediamento, come ha potuto appurare lo stesso Sindaco Alemanno giunto sul posto durante la notte scorsa. Da segnalare quanto dichiarato da Federico Roccia, consigliere comunale del Pdl:

È vergognoso che ci sia qualcuno che voglia speculare su questi fatti mettendo in atto simili azioni, la risoluzione del problema dei campi nomadi e la loro regolamentazione ha bisogno di indirizzi chiari e di serenità, tutto questo clamore di fatto non ci aiuta.

Un altro caso Chianelli?

Via | Messaggero

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: