Enpa: maltrattati i cavalli delle carrozze romane

Secondo l'Enpa, ente nazionale protezione animali, i cavalli che trainano le carrozze di Roma sono maltrattati. E invita tutti, romani e turisti, a boicottare le "botticelle" della Capitale. Tutto nasce da un reportage di Marta Falconi, giornalista della Associated Press, ripreso da grandi media quali l’International Herald Tribune, il Washington Post o la Abc News. Addirittura a Pechino, che proprio non brilla per la tutela dei diritti di chicchessia, è uscita la notizia dei presunti maltrattamenti dei ronzini nostrani. La sezione provinciale di Roma dell’Enpa ha chiesto per la seconda volta a Gianni Alemanno una limitazione per l’attività dei vetturini, suggerendo eventualmente di “convertire le licenze delle botticelle in licenze per taxi”.

Le guardie zoofile che hanno il compito di controllare la salute degli animali, confermano in parte le accuse contenute nel reportage. I cavalli trainano una media di 700 chili anche nelle ore più calde, mentre il regolamento comunale vieterebbe la loro circolazione fra le 13 e le 17. Dal canto loro, i 43 conducenti di Roma riconoscono le condizioni difficili del loro lavoro ma respingono con fermezza le accuse sottolineando che i loro cavalli sono “compagni di vita”. Oggi pomeriggio la questione è finita in Commissione ambiente al Comune di Roma dove l'ex delegata ai Diritti degli animali, Monica Cirinnà, ha tenuto un’audizione.

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: