Via Nazionale, il 15 luglio partiranno i lavori

Forse questa è la volta buona. Il 15 luglio dovrebbero partire i lavori in via Nazionale, annunciati già nel marzo scorso. La novità è che i sampietrini, che nelle intenzioni della vecchia amministrazione dovevano lasciar posto all'asfalto, rimarrano dove sono. Inoltre niente ristrutturazione delle gallerie dei sottoservizi, ma pulizia e manutenzione. Tra qualche mese la celebre strada sarà composta interamente di cubetti di porfido, con nuovi marciapiedi e uno spazio pedonale davanti al Palazzo delle Esposizioni.

Il sindaco Alemanno, con l'assessore ai Lavori pubblici Fabrizio Ghera, ha presentato ieri il progetto e ha assicurato: "Sarà una strada bella e perfettamente percorribile. Il problema, infatti, non sono i sampietrini, ma quello che c'è sotto. I tecnici delle ditta Romeo, che ha vinto il maxi appalto, dovranno fare molta attenzione alla realizzazione della soletta in calcestruzzo e del manto stradale su cui poggeranno i sampietrini".

La cosiddetta riscossa del sampietrino riguarderà anche altre vie romane, in particolare i Fori Imperiali e parte di via del Corso. I selci saranno quelli prelevati da largo Prenestre, piazzale Labicano, piazzale Verano, parte del lungotevere, e via Enrico De Nicola. Costo totale dell'operazione, circa 135 milioni di euro.

Fonte | Repubblica

  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: