Tuffo di Capodanno dal Tevere, l'ultima volta di mister Ok

L'appuntamento, come ogni anno, è alle 12 di domani, a Ponte Cavour, allo scoccare della palla di cannone dal Gianicolo. In quel momento avverrà il tradizionale tuffo nel Tevere del coraggioso Maurizio Pulmulli. Quest'anno però, come ha annunciato lui, sarà l'ultimo.

Addio alla temeraria impresa, dunque, di mister Ok, detto così per il segno pollice-indice che faceva ogni anno sotto gli occhi festanti di chi andava ad assistere. Una tradizione iniziata nell'89, e che continuerà, comunque, grazie al passaggio del testimone al “collega” di avventure Marco Fois. “L'importante è che questa tradizione continui perchè è un augurio di buon anno a tutti i romani”.

E a chi ne ammira il fegato dice che a Roma gli è andata pure bene: sei gradi di temperatura dell'acqua a confronto dei 3 di Senna e Tamigi, dove rischiò l'ipotermia. Con spavento dei suoi cari, probabilmente, che però, dice lui, nel frattempo si sono abituati alla sua peculiare “abitudine”.

Domani, in occasione del suo addio, ci sarà anche la consegna di un riconoscimento da parte del sindaco Alemanno per la sua bravura e il suo coraggio. E lui? Probabilmente continuerà con il suo lavoro solito, assistente bagnanti al primo cancello di Castelporziano. D

ove, dice, tanti giovani ogni estate gli chiedono di seguirne le orme. Ma poi il freddo, e la tramontana, e desistono.

Foto| Flickr

  • shares
  • Mail