Alemanno nominato commissario per il bilancio

La notizia era nell'aria da qualche settimana: il premier Silio Berlusconi ha nominato Gianni Alemanno "commissario straordinario del governo per la ricognizione della situazione economica-finanziaria" del comune di Roma. Il sindaco della Capitale dovrà presentare all'esecutivo un piano di rientro dall'indebitamento pregresso, di cui si era discusso due settimane fa.

L'ufficializzazione dell'incarico è stata resa nota da un comunicato della Presidenza del Consiglio: "Il Presidente del Consiglio dei Ministri ha nominato oggi con Proprio decreto ai sensi dell'art. 78 del d. l. 112 del 2008 il sindaco di Roma on. Gianni Alemanno a commissario straordinario del governo per la ricognizione della situazione economica-finanziaria del medesimo comune e delle società da esso partecipate (con esclusione di quelle quotate nei mercati regolamentati). Il commissario straordinario dovrà presentare entro il 30 settembre prossimo il piano di rientro al governo che l'approva entro i 30 giorni successivi con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, individuando le coperture finanziarie necessarie nei limiti delle risorse destinate dalla legislazione vigente".

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: