Storace, Lotito, Belviso e Matone: le ipotesi del centrodestra per la Regione Lazio


Francesco Storace, l'attuale vicesindaco di Roma, Sveva Belviso, un magistrato che si chiama Simonetta Matone. La stessa Renata Polverini per un bis. E l'improbabile Claudio Lotito. Dopo aver parlato dei candidati sindaco di Roma del centrosinistra oggi parliamo dei nomi che si fanno nel centrodestra laziale come potenziali candidati alla presidenza della Regione Lazio dopo l'era Polverini.

Gli scandali targati Fiorito e le ruberie al Consiglio regionale stanno frenando molti nel centrodestra a candidarsi, visto che secondo molti sondaggi il Pdl andrà incontro ad una sonora sconfitta. Storace, forte della sua posizione in un partito diverso, La Destra, si è autocandidato per primo. Ne avevamo già parlato: Storace ha dalla sua già cinque anni da presidente della Regione. Ha quindi esperienza ma è vero anche che il mega buco da 10 miliardi di euro nella sanità è nato proprio in quegli anni. Lotito, invece, è un nome nuovo che farà sorridere molti. Anche se le voci sul presidente della Lazio si fanno insistenti...

Infine le donne. Polverini ha annunciato recentemente che "non esclude un bis", anche se la decisione finale gli passerà sulla testa e sarà presa da Berlusconi. Belviso è l'attuale vicesindaco di Roma, si è fatta avanti timidamente per poi sparire. Vedremo se confermerà la sua intenzione di esserci. Matone è il capo del Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria. Non la conosce nessuno ma anche il suo nome circola insistentemente da qualche settimana.

Foto | 06 Blog

  • shares
  • Mail