Hot spot gratuiti a Roma: dopo Provincia Wi fi ecco la nuova rete Digit Roma

E' ufficialmente partita la nuova rete di hotspot Wi-fi pubblici di Roma. Dopo Provincia Wi fi, ideata dal presidente della Provincia, Nicola Zingaretti, ieri il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha lanciato la rete concorrente: Digit Roma, 700 nuovi "access point", in 170 luoghi della città tra cui musei, piazze, scuole, biblioteche e sedi di municipi, destinati a diventare 1.000 hot spot entro il 2013.

Digit Roma nasce con alcune caratteristiche innovative. Collegandosi alla nuova piattaforma l'utente entrerà in una pagina, il "captive portal", dove, oltre a poter navigare liberamente, potrà utilizzare alcune applicazioni tra cui App mobile (che contiene mappe e suggerimenti su musei, hotel, ristoranti che si basano sulla geolocalizzazione dell'utente) e quelle dei principali social network e siti come Facebook, Twittwer, o Youtube. La navigazione sarà gratuita per 4 ore mentre resterà gratis h24, senza neanche bisogno di registrazione, sui siti istituzionali di Roma Capitale dove chi naviga potrà avere un contatto diretto con i servizi dell'amminsitrazione come anagrafe, servizi tributari, multe ect).

Non sono mancate le polemiche a distanza tra Alemanno e Zingaretti sul nuovo derby dell'hot spot. "La nostra rete Wi-fi e' superiore a quella della Provincia- ha detto il sindaco- E' molto più diffusa in città, con oltre il doppio degli hot spot, e inoltre noi forniamo un servizio diverso. La nostra piattaforma offre un'ampia gamma di servizi oltre alla sola navigazione". Dura la replica di Zingaretti: "L'iniziativa del Comune è stupida: le reti non si devono moltiplicare e sovrapporsi ma federare. Spendere soldi pubblici per un servizio che già c'è è un inutile spreco di risorse".

  • shares
  • Mail