Anche il Campidoglio ricicla i regali. Asta di beneficenza con le strenne dei sindaci

Anche il Campidoglio “ricicla”. E non sto parlando di raccolta differenziata quanto – visto che è periodo natalizio di scambio di doni – ricicla i regali. A fin di bene, si intende. E' un po' questo, visto con ironia, il senso della bella iniziativa di solidarietà che avverrà in Campidoglio, sabato 22 dicembre, nella Sala della Protomoteca a partire dalle ore 11.

Si tratta in pratica, di un'asta di beneficenza, leggo, “a tornata unica con regali e doni ricevuti dai Sindaci di Roma dal 2001 a oggi”. All'asta andranno sia oggetti pregiati, come orologi, stampe, quadri, statue, sia oggetti dal valore simbolico. I fondi andranno in aiuto di persone in difficoltà. E' la prima volta che viene presa una iniziativa del genere, ricorda il sindaco Alemanno.

“Grazie a questa asta di beneficenza i fondi raccolti saranno interamente devoluti all’associazione Peter Pan, alla Congregazione dei Missionari della Carità e alla Caritas Diocesana di Roma”, ricorda il primo cittadino.

Oltre a segnalarvi la meritoria iniziativa, non possiamo che darvi una panoramica di quello che sarà in vendita: le chiavi di Praga (!) ma anche borse firmate (una Trussardi regalata da Beatrice Trussardi) serigrafie di Mimmo Paladino, una locandina di Blow up e gemelli Tiffany.

C'è un pugnale in metallo argentato che neanche Sandokan (dono dell'ambasciatore del Qutar) e penne Montblanc, un kimono giapponese e un ritratto (!) di Veltroni oltre a due caschi dei vigili del fuoco.

Trovate tutto qui e ulteriori info sul sito del Campidoglio. Insomma: non se ne vogliano a male le personalità dell'industria, dell'arte, della politica internazionale, che vedono “riciclati” i propri cadeaux, ma invitiamo tutti a partecipare. A scegliere questa “vetrina” per acquistare le proprie strenne natalizie.

D'altronde, condivido il ragionamento: è inutile che la “casa” dei romani, il Campidoglio, continui a essere piena di preziosità quando fuori c'è chi ancora non sa se potrà permettersi di fare un seppur piccolo regalo ai propri figli.

  • shares
  • Mail