Rapina le Poste con la noce di cocco: arrestato


Qualcuno forse ricorderà una gag in cui un improbabile rapinatore tentava l'assalto alla cassaforte di una banca impugnando non una rivoltella, ma una banana. Un paio di giorni fa è accaduto qualcosa di simile, ma non in teatro bensì all'ufficio postale di via dei Narcisi, al Prenestino. Gianluca M., romano del 1974, ha fatto la fila come un qualsiasi utente e, giunto infine allo sportello, ha consegnato all'operatore una borsa e un biglietto con scritte queste parole: "Consegnami tutti i soldi... ho una granata militare... saltiamo tutti in aria... non farti notare...". Rapina riuscita, Gianluca se la svigna con il denaro.

Il giorno seguente, stesso siparietto all'ufficio postale di via Collatina: ma con esito negativo. Così il rapinatore ha deciso di tornare nuovamente sul primo luogo del delitto. Qui ha però trovato gli agenti della Polizia pronti ad arrestarlo. E, sorpresa, nessuna bomba a mano, ma solo una noce di cocco modificata a sembrare una granata.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: