Scontri a La Sapienza: sei giovani processati per rissa aggravata

Saranno processati questa mattina per direttissima, davanti al Tribunale di Roma, i sei giovani arrestati ieri con l'accusa di aver dato vita agli scontri in via Cesare de Lollis, presso l’Università La Sapienza.

Il reato contestato ai sei è di rissa aggravata, anche se due di loro risultano tra gli aggrediti. Quattro degli imputati appartengono all'organizzazione di estrema destra Forza Nuova - tra di loro c’è anche il responsabile della sezione di piazza Vescovio e coordinatore provinciale di Forza Nuova, Martin Avaro, 27 anni - mentre gli altri due appartengono ai collettivi studenteschi di sinistra.

L'aggressione si è verificata mentre gli studenti affiggevano dei manifesti proprio contro Forza Nuova, che aveva in programma un convegno all'Università sulle foibe, convegno prima autorizzato e poi rifiutato.

I feriti, tra i 21 ed i 28 anni, hanno riportato varie lesioni anche alla testa: il più grave, un giovane di sinistra, è considerato guaribile in un massimo di 25 giorni per una frattura alla spalla.

Fonte | repubblica.it

  • shares
  • Mail
21 commenti Aggiorna
Ordina: