Gara 3 senza storia, la Lottomatica è in finale

Roma torna a giocarsi la finale scudetto dopo 25 anni. I giallorossi hanno staccato il biglietto per Siena battendo Avellino 77 a 70 e fissando la semifinale sul 3 a 0. Gara senza storia: gli irpini segnano appena 9 punti in un tempo. La difesa della Lottomatica ha deciso più dell'attacco le sorti dell'incontro, in dieci minuti i capitolini recuperano undici palloni e stordiscono gli avversari che solo nel finale recuperano parte dello svantaggio. A metà gara, il tabellone segnava 46-20.

Raggianti in tribuna Francesco Totti, l'ex allenatore amatissimo Valerio Bianchini, e il presidente Toti: "Sono contento, felice di vedere che i sogni sono diventati realtà. Adesso ci attende una finale nella quale Siena parte favorita, ma noi non siamo certo sfavoriti". Dopo la Roma calcistica, a sognare è la Roma di pallacanestro. Inizia la caccia al biglietto.

Lottomatica Roma: Ukic 12, Jaaber 11, Hawkins e Lorbek 10. Air Avellino: Lisicky 24, Smith 17, Paolisso 10.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: