Roma violenta, non solo extracomunitari: aggredito conduttore radiofonico omosessuale

Violenza a Roma: si sta degenerando? - Flickr: Capitan GionaSe vi fosse rimasto ancora qualche dubbio sulla strana atmosfera che si vive a Roma negli ultimi giorni, aggiungete un altro caso emblematico allo squadrone neonazista (o dovremmo dire neofascista?) che ha aggredito una serie di extracomunitari ieri a Roma.

Sempre nella giornata di ieri, infatti, è stato aggredito anche un giovane 24enne omosessuale, Christian Floris, conduttore di una emittente radiofonica tematica (DeeGay.it). La motivazione? Proprio la sua omosessualità, oltre al suo impegno nella lotta contro le discriminazioni.

Le due persone che lo hanno raggiunto mentre tornava in casa, e gli hanno sbattuto la testa contro il muro, hanno citato proprio questo suo interesse come motivo dell'aggressione. "Invitandolo" a smetterla. Adesso Christian, dopo esser stato portato in ospedale, si ritrova con una prognosi di 7 giorni.

Ne parlano i nostri cuginetti di Queerblog. Ne parla anche il River-Blog, che riporta anche le reazioni del mondo istituzionale. Fra questi, pubblichiamo quella di Alemanno, neo-sindaco di Roma:

Riguardo all’aggressione al conduttore di DeeGay.it, Christian Floris, esprimo grande preoccupazione: è necessario che in città venga ripristinata la legalità a 360 gradi

Un po' stringata? Lo lascio decidere a voi, vorrei conoscere la vostra opinione nei commenti. Considerando gli ultimi atti di violenza che hanno colpito la nostra Capitale, mi sarei aspettato - personalmente - una filippica ben più articolata e una maggiore preoccupazione. Ma mi sarei aspettato anche una manifestazione di piazza da parte dei cittadini onesti che sono contro tutte le violenze e sono a favore della civiltà, a dirla tutta. E non vedo neanche quella.

foto | Flickr

  • shares
  • Mail
69 commenti Aggiorna
Ordina: