Alemanno vuole intitolare una via ad Almirante - Che ne pensate?

"Credo sia giusto affrontare in Consiglio comunale un dibattito finalizzato ad intitolare una strada a Giorgio Almirante". Anticipato in campagna elettorale da molti dei colonnelli di Alemanno quest'oggi è stato il sindaco di Roma in persona ad annunciare il prossimo dibattito in Campidoglio per omaggiare con una strada l'ex segretario del Msi.

L'occasione era ghiotta: oggi, infatti, si celebra il ventennale della sua morte. Alemanno ha così deciso di cogliere la palla al balzo ed annunciare il prossimo iter. "Credo sia una cosa giusta - ha detto - Giorgio Almirante è stato il precursore della destra democratica moderna in anni tormentati in cui era difficile superare il ghetto in cui era rinchiuso l'Msi". In molti, però, non la pensno così e immediate sono state le reazioni: tra tutte segnaliamo quella del capogruppo di Rifondazione alla Regione Lazio, Ivano Peduzzi: "L'atteggiamento di Alemanno è contraddittorio e ambiguo. Da una parte il neo sindaco prende le distanze dalla dittatura fascista, dall’altra vuole intitolare una strada a Giorgio Almirante che, di quella dittatura, fu fedele interprete e sostenitore oltre che capo di gabinetto del ministro della Cultura popolare, Mezzasoma, esponente di spicco della Repubblica di Salò, sostenuta dai nazisti contro il governo legittimo del paese. In quella veste, inoltre, collaborò al bando che intimava la resa dei partigiani italiani, pena la ‘fucilazione alla schiena’, per effetto del quale 83 persone, tutte di Niccioleta in Maremma furono uccise. Episodi questi che non furono mai rinnegati da Almirante, come gli esiti del fascismo".

Che ne pensate?

Foto: laDestra.info

  • shares
  • Mail
53 commenti Aggiorna
Ordina: