Piazza Fiume, minaccia il suicidio dalla gru per parlare con Maroni

Quest'oggi, per quasi sedici ore, la gente che passava per piazza Fiume non poteva fare a meno di guardare in alto. Un 34enne, salito su una gru domenica sera, ha minacciato di buttarsi qualora non gli avessero dato l'opportunità di parlare con Roberto Maroni. La struttura su cui l'uomo si era arrampicato è alta 15 metri, e si trova tuttora di fronte a un palazzo in corso di ristrutturazione in corso Italia. Dopo oltre mezza giornata, il felice epilogo (sebbene né il Ministro dell'Interno né il sindaco Alemanno fossero intervenuti come da lui richiesto). L'uomo è stato portato in ambulanza verso l'ospedale San Giacomo.

"Abbiamo cercato di rassicurarlo per tutta la notte perché non si sentisse minacciato e non facesse gesti pericolosi", dice uno psicologo, aggiungendo che il gesto dello sciagurato, che sembra chiamarsi Andrea e provenire dal Veneto, era stato dettato perché perseguitato a suo dire dalle forze dell'ordine. Che forse, da oggi, hanno un motivo in più per tenrlo sottocchio.

Foto | Ansa

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: