Nuovo Salario, stuprata dentro al call center

Una ragazza rumena è stata aggredita e stuprata da un 39enne italiano, A. A., poi arrestato dalla polizia. La giovane, dipendente di una cooperativa di servizi, aveva iniziato le operazioni di pulizia in un centralino nei pressi di piazza Vescovio, quando è stata avvicinata e aggredita alle spalle dall'uomo. Minacciata con un taglierino, è stata costretta a subire la violenza sessuale. Subito dopo, la ragazza è corsa a chiedere aiuto in un bar poco distante, dove è stata avvertita la polizia. Le indagini, subito avviate dalla Squadra Mobile, hanno consentito l'identificazione dell'aggressore, che è risultato essere il convivente della responsabile della cooperativa dove lavora la giovane.

Fonte | Ansa

  • shares
  • Mail
32 commenti Aggiorna
Ordina: