La settimana dei Municipi. Fra ipotesi di accorpamenti e diritto alla salute

Iniziamo la nostra settimana dei Municipi con le novità emerse dalla bozza per lo Statuto di Roma Capitale che riguarda proprio questi quartieri di Roma.

Innanzitutto, la bozza stabilisce in 15 il loro numero e ipotizzza gli accorpamenti di I (Centro storico), XVII (Trionfale)e parte del IX (Appio Latino)(nuovo Municipio I), II (Parioli) e III (Nomentano) (nuovo Municipio II), VI (Prenestino-Pigneto) e VII (Centocelle) (nuovo Municipio V) e la restante parte del IX (Appio Latino) col X (Appio Claudio) (nuovo Municipio VII).

Altra novità: oltre alla numerazione i Municipi potranno anche avere una denominazione e a loro andra' la gestione dei piccoli parchi di quartiere e i Municipi contingui potranno stabilire che piccole parti di territorio possano spostarsi spostare da un Municipio all'altro.

La seconda notizia che vogliamo dare è l'intitolazione del Cavalcafferovia di Ostiense a Settimia Spizzichino, ebrea romana sopravvissuta ad Auschwitz, dando seguito alla proposta avanzata qualche mese fa dal Municipio XI.

Inoltre – continuiamo con le belle news visto che siamo sotto Natale, dai, è stato emesso un 'mini bando' per i nidi capitolini che consentirà di avere settecento posti in piu' negli asili nido di Roma da assegnare agli utenti in lista d'attesa dopo il bando principale scaduto a giugno. Le famiglie potranno presentare domanda in un asilo nello stesso Municipio in cui avevano effettuato la richiesta di iscrizione al bando principale.

E' con piacere che segnaliamo poi la nascita, grazie anche al contributo del Municipio III, della 'Mediateca visuale' dell'Istituto statale per sordi di Roma, ovvero un centro di documentazione e informazione sulla sordita' con un laboratorio per il software didattico, la comunicazione visuale e l'uso di tecnologie informatiche per non udenti.

Non possiamo però naturalmente tacere su news che fanno meno piacere, come la chiusura paventata di sei ospedali tra cui il CTO di Garbatella in Municipio XI, o di quella del s. Filippo Neri in Municipio XIX, che ha mobilitato davvero tutti: maggioranza, opposizione, operatori e semplici cittadini, naturalmente.

Infine, una chicca: a proposito delle primarie di Centro sinistra, sapete per chi hanno “tifato” i quartieri di Roma, nella sfida Bersani-Renzi? Il Municipio in cui il segretario del Pd ha preso piu' voti e' il IX, ovvero l'Appio-Latino, dove raggiunge addirittura il 77%; percentuale quasi identica anche in Municipio VI (Prenestino-Pigneto), mentre in XI dove si attesta al 74%.

Matteo Renzi e' piu' votato in Municipio XX (Cassia-Prima Porta) dove raggiunge quasi il 39% dei voti, quasi come, con il 38%, in Municipio II (Parioli-Salario).

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail