Rapporto Asstra: mezzi pubblici bocciati ovunque

Fiducia malriposta. Questa in estrema sintesi l'opinione degli italiani sull'uso dei mezzi pubblici secondo il quinto rapporto sulla mobilità in Italia, realizzato da Isfort per Asstra. Cresce la domanda, peggiora la percezione: traffico e benzina spingono a lasciare l'auto, ma bus, tram e metro, non riescono ad essere all'altezza. Al Nord, come al Centro, come al Sud.

I dati. Gli spostamenti medi in città sono di dieci chilometri e aumentano di un 3,3% sul 2006. I viaggiatori soddisfatti di bus e tram sono i 62,1% del totale (in calo rispetto all'anno precedente); meglio la metro (83,5% di soddisfazione). Sulla questione comodità, il campione intervistato è implacabile: secondo il 70% il bus è disagevole; inoltre impiega troppo tempo (42,5%) e non offre collegamenti adeguati (17,1%). Così chi, seguendo anche l'invito delle amministrazioni comunali, si offre al trasporto pubblico, finisce per tornare all'auto e soprattutto al motorino. Specie a Roma, regina nella classifica del traffico da due ruote: 10% dei mezzi usati.

Fonte | Asstra e Issfort

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: