Gita fuori porta: al via i mercatini di Natale

L’8 dicembre, vuole la tradizione capitolina, nelle case della città, le famiglie allestiscono l’albero di Natale con palle e festoni e, coloro che ci credono ancora, ritagliano un angolino anche per le statuette del presepe, che a Roma ha una grande storia artistica. Anche noi, quindi, con una certa puntualità, inauguriamo ufficialmente la stagione natalizia del fuori porta, che ci condurrà tra mercatini, rappresentazioni sacre e natività viventi e vi assicuro che quest’anno il calendario nei borghi del nostro amato Lazio è particolarmente ricco!

Iniziamo oggi dalla provincia di Rieti e andiamo a Cittaducale per il mercatino organizzato dall’associazione culturale Ver Sacrum che promette di offrire prodotti artigianali al giusto prezzo, solleticare il palato con piatti tipici della tradizione locale, proporre visite guidate interessanti alla Rocca di Re Manfredi e al Museo civico e, a fine giornata, riscaldare tutti i partecipanti con un bel bicchiere di vin brulée.

E mentre a Greccio gli appassionati del presepe troveranno per l’intero weekend tutto l’occorrente per prepararne uno incredibile senza dover arrivare a Napoli, anche a Poggio Mirteto va di scena il Natale con la nona edizione del mercatino tradizionale che si accompagna alla Sagra della padellaccia: una sorta di spezzatino di carne di maiale con tanto di salsicce e, credo, anche pezzetti di interiora.

Un’altra sagra dal sapore natalizio si svolge per tutto il fine settimana a Riano, in provincia di Roma, ed è la Sagra del pangiallo, tipico dolce a base di uva sultatina e frutta secca che quest’anno coronerà il pasto a base di polenta. Il programma è molto più ricco di così: prevede una mostra fotografica sul passato del paese, la processione in costume con la banda, gli addobbi degli alberi di Natale cittadini con l’aiuto dei bambini del catechismo che alla fine potranno incontrare Babbo Natale, il concerto di canti natalizi, i laboratori di ceramica e lo spettacolo di magia.

Grande fermento anche a Marino, dove stavolta non sgorgherà vino dalle fontane, ma si accenderanno le luminarie delle Feste, le zampogne dei musici, i sacchi dei doni che i folletti porteranno ai bambini e i fornelli che cuoceranno caldarroste e cioccolata calda per tutti. Prevista anche una puntatina dell’impegnatissimo Santa Klaus che, assicura l’ufficio stampa lappone, si fermerà a scattare foto assieme ai più piccoli.

Risaliamo verso Viterbo e fermiamoci a Monterosi, dove un altro magico mercatino soddisferà la vostra ricerca di un’idea-regalo davvero originale ed economica, oppure a Caprarola, dove troverete un mercatino di Natale… d’altri tempi, grazie al suggestivo sfondo del Palazzo Farnese, in cui sono sistemati gli stand che offrono quadri e manufatti locali di vario tipo. Infine, prima di far ritorno a casa, passate da Orte, dove l’associazione onlus del Presepe Vivente ha organizzato il I Mercatino del Regalo.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail