Capodanno 2013 con i fuochi d'artificio: illegali, pericolosi, da vedere a Roma il 31 dicembre 2012

Fuochi d\'artificio Colosso

Sui Fori imperiali e il Colosseo con gli occhi al cielo, durante il concertone all'ombra del Colosseo, da Piazza del Popolo a Piazza di Spagna, i fuochi d'artificio sparati il 31 dicembre da eventi ufficiali e privati, compreso il vicino terrazzato, saranno tantissimi, ma il Copodanno 2013 col botto è già nell'aria, a condizione di arrivarci, Maya (e soprattutto speculatori del monito sulla fine del mondo) e contrabbandieri (di botti illegali e pericolosi) permettendo.

Un'aria satura di polvere pirica, scenografica e un tantino inquinante, finita nelle cinque tonnellate di fuochi d'artificio, del valore di circa un milione di euro, appena sequestrate dai finanzieri del Comando Provinciale di Roma all'interno di un deposito "for de porta" gestito da un cittadino cinese a Bagni di Tivoli, denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica.

In realtà solo una parte, e neanche la punta, di quell'iceberg esplosivo, spesso artigianale, sempre illegale e potenzialmente pericoloso, che ogni anno semina vittime prima, durante e dopo la notte di San Silvestro e nonostante i controlli, i sequestri e gli arresti, solo noi possiamo tenere sotto controllo, evitando di comprare i fuochi d'artificio illegali, magari limitandoci a godere della vista di quelli che già saturano il cielo di fumo e residui che non fanno bene a nessuno.

In questo caso i sette colli di Roma e tutti i palazzoni dell'urbe sono perfetti per avvistare i più belli e scenografici, dalla Terrazza del Pincio al Fontanone del Gianicolo, da Monte Mario alla spiaggia di Ostia, in tutti quei punti di osservazione già individuati o che potete suggerire voi.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: