Tentano rapina, riconoscono Cantatore e scappano

Giornataccia per due pregiudicati romani di 28 e 29 anni, che ieri hanno fatto irruzione in una concessionaria di auto per una rapina. Armati di pistola, hanno tentato di rubare il rolex d'oro che il titolare portava al polso. La reazione di uno dei parenti dell'uomo, che si trovava nel locale al momento del fatto, ha però messo in fuga in due; questi era, per sfortuna dei malviventi, il pugile Vincenzo Cantatore, che così racconta l'accaduto: "All'inizio ho pensato ad uno scherzo, perchè ho visto uno dei due avvicinarsi quasi sorridendo. Ho pensato ad un'arma giocattolo e, quando l'uomo ha intimato di consegnare gli orologi, mi sono avvicinato. A quel punto mi sono accorto che la pistola non aveva il tappino rosso tipico delle armi inoffensive, le riproduzioni-giocattolo. Il rapinatore e il suo complice, che era nascosto dietro una porta, mi hanno riconosciuto e sono fuggiti prima che potessi afferrarli. Si sono dati alla fuga a bordo di un motorino. Certo ho rischiato moltissimo. Ma anche loro, se solo fossi riuscito a mettergli le mani addosso...".

Non paghi del fallito furto, i due hanno cercato il colpo in una farmacia poco distante dal concessionario, in zona Ponte Milvio. Un carabiniere di quartiere ha però notato tutto e quindi dato l'allarme. Per loro scatterà l'accusa di tentata rapina a mano armata.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: