La settimana dei Municipi: differenziati e contenti… o no?

Secondo il proverbio, le grandi pulizie si fanno a Pasqua, ma a quanto pare anche a Natale è opportuno ‘dar di ramazza’ e così fanno i Municipi, in questa ultima settimana di novembre che apre ufficialmente il countdown delle Feste (lo dice anche il calendario dell’Avvento).

L’Ama ha appena fornito un kit di avvio della differenziata a tutti gli abitanti del Municipio IV, completo di bio-pattumiera areata da 10-20 litri e sacchetti per la raccolta dell’organico, come per la carta. Inoltre si sta già provvedendo a sostituire i cassonetti grigi per la raccolta dei materiali non riciclabili e a collocare quelli marroni per gli scarti alimentari e le campane per il vetro.

Il progetto si sa, nasce dalla collaborazione tra Ama e Conai, ma non dappertutto sembra funzionare: guardate qui cosa ne pensano i cittadini di viale Marconi, Municipio XV… Il porta-a-porta (e non quello di Bruno Vespa fortunatamente) è comunque destinato a crescere, fino a raggiungere la cifra di un milione di beneficiari, traguardo che sarà raggiunto nel 2014.

Alcuni, invece ci pensano da soli: nel Municipio XVIII si è svolto l’usuale Decoro Day, una giornata in cui si ramazza tutti insieme, gli abitanti del territorio, divisi tra chi pensa a spazzare i marciapiedi, chi pulisce le aiuole, chi copre le scritte sui muri e chi si occupa dei rifiuti che occupano le carreggiate.

E chissà se almeno qualcuna delle cose raccolte sarà recuperata, come si fa nel laboratorio ArtEco, nel Municipio XI, dove i sacchi per l’immondizia diventano borse, i vecchi pc si trasformano in gioielli e si fa rivivere perfino gli alberi di Natale ripiantandoli, quando a nessuno servono più, dal 7 gennaio in poi.

E a proposito di piantumazioni, il Municipio II s’avvantaggia, sistemando nel quartiere Trieste, in occasione della Giornata dell’Albero, i primi dei 150 nuovi prunos chiamati a ombreggiare la zona. Situazione completamente diversa, quella dei territori interessati dalla linea ferroviaria denominata tirrenica meridionale, per la quale una valutazione tecnica di impatto ambientale è appena stata richiesta dai Municipi VI, IX e X.

Intanto, nel Municipio XII si corre per la salute: con una manifestazione podistica dedicata ai più e meno giovani (prevista anche una passeggiata) si è riflettuto sul valore del connubio sport-medicina, da incoraggiare fin dall’infanzia.

Ma non sarà sfuggito ai più che nel frattempo a Roma, come nel resto d’Italia, si sono svolte le primarie del Pd: dai Municipi ci arrivano notizie sparse, come l’eclatante (in senso negativo) risultato del candidato Tabacci nel Municipio XVII, Prati, o la buona tenuta di Sel, cioè di Nichi Vendola, nel XIII, dove ha raggiunto anche punte di consenso del 40%. Ma, ahinoi, arriva anche qualche denuncia: pare che nel Municipio XI, per consentire lo svolgimento delle primarie del centrosinistra, siano state utilizzate anche sedi improprie come i locali Ater alla Garbatella; nel Municipio XIII, invece, come seggi sono stati usati addirittura locali di proprietà del Comune.

A qualcuno in più, invece, e direi purtroppo, sarà sfuggito che questa settimana è stata celebrata anche la Giornata contro la violenza sulle donne… i Municipi se la sono cavata così: a San Lorenzo, nel III è stato scoperto un murales eseguito con i nomi delle 107 vittime di femminicidio in Italia nel solo 2012; nel Municipio XV sono state avviate diverse iniziative che hanno un calendario molto lungo affinché non si dimentichi la questione, e che partiranno i primi di dicembre.

Infine, la telenovela accorpamenti: questa settimana è stata diffusa la notizia che il Campidoglio, convocati tutti gli esperti, avrebbe trovato finalmente un’intesa; intanto il Municipio II richiede, se proprio non potrà confluire, al pari del XVII, nel I, ma dovrà essere unito al III, di limitare il matrimonio alla sola area di piazza Bologna, in pratica lasciando fuori San Lorenzo. Che snob!

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail