Il nuovo Porto Fluviale del quartiere Ostiense sfama con progetti culinari e artistici

Dalla strada al web, la cartellonistica che ho avvitato a via Ettore Rolli e trovato su facebook, può trarre in inganno sulla mission del nuovo locale romano con ambizioni innovative, che sta per aprire all'ombra del gasometro e a pochi metri del ponte di ferro, tra cavalcaferrovia svettanti e templi del gusto made in Italy riconvertiti, perché la casa di piacere annunciata nasce in realtà con l'ambizione di “ridisegnare un bacino capace di ricercare e accogliere la ricchezza dei prodotti del territorio, senza trascurare la socialità che ruota intorno al cibo” per sfamare ogni appetito con progetti culinari e artistici.

Il porto fluviale del quartiere Ostiense ha smesso da tempo di rifornire l'urbe di ogni genere di cosa, ma con la prossima Immacolata Concezione, l'inaugurazione del Porto Fluviale promette di riunire negli oltre 900 mq dell'ex capannone industriale di via del Porto Fluviale 22, le vocazioni da trattoria, pizzeria, take away, caffetteria, street food modello tapas spagnole e salotto culturale. Un progetto ambizioso che potrebbe inaugurare un nuovo corso per il quartiere Ostiense o l'ennesimo mix di tutto un po' senza anima e sapore, vedremo ... Incuriosita aspetto il primo assaggio. Dalle 22:00 dell'8 dicembre ogni occasione è buona.

Foto | Facebook

  • shares
  • Mail