Alemanno presenta il programma: 12 punti ed uno slogan: Roma Cambia

Dodici punti programmatici, uno slogan "Roma Cambia" ed una fissa costante per il futuro della città: più sicurezza. E' stato finalmente reso noto oggi, due settimane dopo quello di Rutelli, il programma elettorale di Gianni Alemanno per le elezioni comunali 2008.

Il varo delle cose da fare in caso di vittoria è arrivato questa mattina in un affollata conferenza stampa alla sede del Il Tempo alla presenza, tra gli altri, di Luca Barbareschi. Tra i punti più importanti Alemanno ha voluto sottolineare quelli relativi alla sicurezza. In particolare Alemanno vorrebbe rafforzare l'organico delle forze dell'ordine, espellere subito 20.000 nomadi e istituire un nucleo di Polizia municipale nelle stazioni.

Confermando poi la volontà di costruire due nuovi stadi per Roma e Lazio Alemanno, tra gli altri temi importanti, ha ricordato quello sulla volontà di creare il distretto federale di Roma Capitale, ovvero una sorta di regione Roma all'interno della stessa regione Lazio che assommi poteri legislativi autonomi in più materie: polizia locale, urbanistica, mobilità, beni culturali, sviluppo economico e servizi sociosanitari. Ed ancora: l'avvio dei lavori per un nuovo Gra e il potenziamento e rinnovamento della flotta del trasporto pubblico. Il programma "Roma cambia", infine prevede la realizzazione di 25mila nuovi alloggi (anche Rutelli ne parlava nel suo programma con cifre diverse), l'abolizione dell'Ici sulla prima casa, l'incremento di quello sulle case sfitte di proprietà di società e la riduzione dell'Irpef fino allo 0,25 per cento.

Restano, inoltre, alcune proposte che avvicinano Alemanno a Rutelli, ed in parte anche allo stesso Veltroni: tra questi la volontà di arrivare al 35 per cento di raccolta differenziata entro cinque anni, la realizzazione di quattro impianti di termocombustione (per la verità già previsti dal piano regionale rifiuti della giunta Marrazzo) , la creazione di una società unica per il trasporto pubblico locale con una fusione di Metro, Cotral e Trambus e sul fronte della mobilità il completamento dell'anello ferroviario, e quello della rete metropolitana con le linee B1 e C e D che come noto sono state concepite dalla giunta Veltroni ed in alcuni casi (linea C e B1) già in corso di realizzazione.
A breve un post con il confronto, punto per punto, dei due programmi.

  • shares
  • Mail
30 commenti Aggiorna
Ordina: