Microcar: dal 1 luglio fuori dalla Ztl senza permesso

L'idea della vecchia giunta Veltroni di far chiudere il centro storico alle minicar sprovviste di tagliando ztl diventa realtà sotto l'interegno del commissario Mario Morcone e fara nascere i suoi frutti dal 1 luglio prossimo con il prossimo sindaco insediato, data dopo la quale le microcar che entreranno nel centro storico dovranno pagare il permesso della ZTL (compreso Trastevere e S. Lorenzo).

Ne avevamo già parlato qui su 06blog della possibile rivoluzione. Dagli annunci si è ora passati ai fatti. Esulteranno così molti cittadini, e la maggior parte dei lettori di 06blog che avevano espresso la loro opinione in tal senso in un nostro sondaggio, ma non saranno troppo contenti i proprietari delle fastidiose, quanto utili per chi le ha, minicar urbane... Dal 1 luglio, infatti, le minicar dovranno pagare per avere il loro permesso di entrata nella Ztl sia pure con una riduzione del 20% rispetto alla tariffa piena. La concessione dei permessi resterà comunque subordinata al possesso dei requisiti già previsti dalla regolamentazione degli ingressi nelle zone a traffico limitato.

Lo ha stabilito una delibera approvata dalla Giunta comunale di Morcone. Le microcar autorizzate alla sosta all’interno della ZTL, è stato inoltre stabilito, dovranno parcheggiare negli spazi destinati alle autovetture e non come accade oggi alla rinfusa, in largo invece che per lungo, negli spazi riservati ai motorini o sul marciapiede. L’importo per le varie tipologie di permesso, insieme alla modulistica per la richiesta dei permessi, verranno pubblicate nei prossimi giorni sul sito www.atac.roma.it. I proprietari avranno dunque 90 giorni di tempo per avviare l’istanza di autorizzazione presso ATAC.

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: