Umberto I: partiti i lavori per i tunnel della vergogna

Dopo mesi di ritardo, l'avvio dei lavori era stata annunciata per l'inizio dell'anno, sono finalmente stati aperti questa mattina i cantieri nei tunnel della vergogna del Policlino Umberto I di Roma. Scopo dell'intervento è la totale ristrutturazione di quello che è stato chiamato "il sistema nevralgico" del grande ospedale romano, ovvero quel labirinto sotterraneo di tunnel usato per far circolare merci, alimenti, medicine, spazzatura ed anche malati da una parte all'altra del policlino universitario.

All'avvio dei lavori era presente il presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo, ed il direttore generale dell'Umberto I Ubaldo Montaguti. "I cantieri - ha spiegato proprio Marrazzo, che in quanto governatore della regione detiene metà della responsabilità sull'ospedale insieme all'Università La Sapienza- dureranno 127 giorni" tempo scandito con un conto alla rovescia anche da display luminoso posto all'ingresso principale del nosocomio. "Entro il 31 luglio 2008 - ha aggiunto Marrazzo - il policlinico deve consegnare tutti i lavori strutturali e entro il marzo 2009 dovranno essere pronti i cunicoli intelligenti". Costo dell'operazione 12,3 mln, parte dei 28 stanziati dalla stessa regione per il restauro dell'intero ospedale.

La speranza è quella che entro poco tempo si sanerà una delle ferite più gravi subite dal sistema sanitario regionale negli ultimi anni (dopo le ruberie di Lady Asl): quella dell'esistenza di tunnel, all'interno di uno dei più importanti e qualificati ospedali romani, dove i malati venivano trasportati a stretto contatto con la spazzatura, dove tubi arruginiti grondavano acqua rischiando di contaminare rifiuti speciali sotto di loro e dove le minime norme di sicurezza per la salute, come non fumare, non venivano rispetati neanche dagli infermieri in pausa sigaretta...

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: