A Ostia solo sci nautico, minigolf, polemica e ragazzi difficili

Ostia come Dubai? Con la realtà più costruita dei reality e i talk show truccati da politica, certe notizie stimolano più il sarcasmo che l'ironia, e la realizzazione di un impianto sportivo invernale sul lungomare di Ostia dopo averlo visto innevato, suona quasi meno assurda dello sci alpino a Circo Massimo o la formula uno all'Eur, mentre una seggiovia non rischia di andare più lenta della ferrovia Roma-Lido.

Il progettino finito nel piano investimenti di Roma Capitale, sarebbe il programma MO (municipio XIII), progetto OSS (attività sportive e ricreative), annualità 2012, opera pubblica numero 13 - OP1203100001, finanziato con la voce "concessioni" con una previsione di 1,5 milioni di euro. Lo stesso che aveva causato polemica mesi fa, mentre per il XIII Municipio, e il suo presidente Giacomo Vizzani, spunterebbero fuori solo "campi di minigolf", mentre ai virtuosi dello sci non resta che attaccarsi ad un motoscafo, facendo attenzione a non fare le stesse figuracce della nostra giunta alle prese con il bilancio.

Difficile dire chi ci prende più in giro, tra lo squadrone senza macchia di Alemanno che progetta queste 'opere pubbliche' e chi si diverte a tenere sempre acceso il sacro fuoco della polemica. Ma le risposte non mancano, tanto meno il botta e risposta tra il sindaco e l'opposizione.

"Caro Alemanno, Roma non è Dubai. Forse le manie del sindaco lo fanno sentire come lo sceicco che, a forza di dollari e petrolio, cerca in ogni modo di dare un minimo di attrattiva turistica al deserto". Morbido il segretario del Pd Roma, Marco Miccoli.

La risposta di Alemanno non tarda, dopo il putiferio sollevato dall'articolo di repubblica, "Roma come Dubai? Non è vero niente".

"La nostra amministrazione non ha mai neppure ipotizzato di stanziare un euro su progetti di questo genere e abbiamo più volte risposto negativamente a proposte private di questo genere. Nell' XIII municipio un project financing che aveva inizialmente proposto una pista di sci è stato ovviamente modificato, sostituendo la proposta con un impianto di minigolf".

No caro sindaco, Ostia non è Dubai. Sappiamo ben 'tutti', che nel paese delle meraviglie di Alemanno, si può giocare agli ostacoli con le transenne e i cantieri, andare sulle montagne russe con il trasporto pubblico, o cadere in qualche voragine dell'asfalto con tutta la macchina, ma credo che in pochi abbiano pensato di farsi la settimana bianca ad ostia, diventata proibitiva per chi sta 'in bianco' in tutte le stagioni.

In ogni caso prima di finanziare piste da sci o campi da minigolf ad Ostia, il comune dovrebbe pensare allo 'svago' dei giovanotti che ci crescono disgregati, tra furti, rapine, droga, malavita, come quello ispirati al mondo sommerso ed emarginato pasoliniano di Alì ha gli occhi azzurri, portati da Claudio Giovannesi sul grande schermo e vincitori del Premio Speciale della Giuria alla VII edizione de Festival Internazionale del Film di Roma , appena conclusa tra fischi e altrettante polemiche.

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail