APAT, ecco il rapporto sulla qualità ambientale urbana

L'agenzia per la protezione dell'ambiente ha diffuso i dati relativi al rapporto della qualità dell'ambiente urbano. Luci e ombre, come spesso accade, ma generalmente si può affermare che le città italiane sono un po' più vivibili. Il verde pubblico, per esempio, aumenta in tutti i 24 centri sopra i 150 mila abitanti a eccezione di Messina, con un risultato rilevante, e forse sorprendente, da parte di Napoli, cresciuta di quasi il 20 per cento negli ultimi 6 anni.

Importante il dettaglio sulle automobili, cresciute anche se non in modo emogeneo. Nel sud il numero di veicoli sale, invece nelle grandi città quali Milano, Napoli e Roma decresce; la Capitale però vanta il record di auto per mille abitanti, ben 699. Primo posto che nel settentrione spetta a Modena e a Catania nel Mezzogiorno. Bene le macchine a bassa emissione, con le Euro4 superiori al 10 per cento in ogni città. Roma anche qui è in cima alla classifica con 24,6 punti percentuali. Poi i rifiuti, cresciuti un po' ovunque nel paese e fortemente influenzati dagli afflussi turistici; e infine il consumo di acqua per uso domestico, sceso dai 75,3 metri cubi del 2000 ai 69,4 del 2006. I dati però variano da città a città: Roma notoriamente ricca di risorse idriche, è quella che ne consumano di più.

Fonte | APAT

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: