Bittarelli candidato con il Pdl? - Da capo rivolta dei taxi al Senato passando per il collegio di Roma

Guidò la rivolta che bloccò il traffico romano paralizzando il centro con i taxi fermi a piazza Venezia. E fu il più duro nel contrastare la giunta Veltroni che cercava di aumentare le licenze dei taxi nella Capitale. Alla fine il comune vinse e di licenze in più ne arrivarono quasi 2000 in due tranche. Per lui, invece, sembra arrivare la candidatura al Senato nel collegio Roma-Lazio1 con il Pdl.

Si parla di Loreno Bittarelli guida dell'Uritaxi e presidente della Cooperativa Radiotaxi 3570, uno dei falchi tra i tassisti romani. Per lui, dice l'AdnKronos, sarebbe in arrivo una candidatura da parte del Pdl di Berlusconi e Fini. Sembrava un'indiscrezione lanciata dalla nota agenzia di stampa ma quando sono iniziate ad arrivare le reazioni politiche nelle nostre caselle e.mail si è capito che la notizia era certa.

Domanda: An e Fi non appoggiarono mai apertamente i tassisti durante la loro rivolta lasciando questo compito alla sola Destra di Storace. Ora, lontano dalle proteste della gente per il comportamento dei tassisti, lanciano Bittarelli per il Senato. Come interpretare questo atteggiamento? Sul sito de Il Messaggero altre informazioni e le reazioni.

  • shares
  • Mail
30 commenti Aggiorna
Ordina: