Ultras, 20 arresti in mattinata

Una ventina di simpatizzanti dell'estrema destra, molti dei quali ultras laziali, sono stati arrestati questa mattina dai carabinieri. Secondo gli inquirenti, farebbero parte di una vera e propria struttura criminale protagonista di numerosi atti di violenza, tra i quali gli assalti alle caserme in occasione della morte di Gabriele Sandri e l'irruzione a un concerto della Banda Bassotti a Villa Ada. Associazione per delinquere, devastazioni, lesioni, porto di oggetti contundenti: questi i reati contestati, a cui si somma l'aggravante del terrorismo per coloro che si resero protagonisti degli scontri in via Guido Reni.

Sono tutte persone tra i 35 e i 22 anni, alcuni di essi legati a Forza Nuova e al gruppo laziale "In basso a destra", come ha spiegato il pm Pietro Saviotti. "Abbiamo ritenuto che l'assalto a Villa Ada non fosse un episodio isolato, ma che rientrasse in un piano più grande". In uno stralcio di un'intercettazione telefonica tra due indagati si legge: "Questa volta non si tratta di assaltare un centro sociale, un campo rom o di andare a pigliare tifosi napoletani sull'autostrada. Si tratta di qualcosa di più serio". E' probabile che tra i piani dei delinquenti ci fosse anche un'offensiva in Campania contro gli agenti intenti a pattugliare le discariche di immondizia.

fonte | yahoo.it

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: