Piazza di Siena al risparmio, ecco l'erba sintetica

rgbphotosPiazza di Siena si rifà il trucco. Da qualche tempo un enorme prato di erba sintetica copre la sabbia facendo assumere allo spazio interno a Villa Borghese i connotati di un campo da calcetto. La decisione, che solleva le solite polemiche, è stata presa per venire incontro ai costi del concorso ippico internazionale e alla mano del servizio giardini del Comune. L'idea è di Attilio Bellucci, ex membro della commissione sport e presidente della commissione urbanistica del Comune: "Questa soluzione permette di creare uno spazio permanente per la pratica dello sport, un impianto polifunzionale al servizio della città ma anche per organizzare, oltre il concorso, altri eventi importanti non solo di equitazione". La sabbia veniva portata quando il concorso ippico cominciava e veniva tolta quando finiva, quindi il servizio giardini doveva cominciare a piantare l'erba e aspettare che crescesse per poi ricoprirla di sabbia all'inizio del concorso e così di seguito. Costo: 400 mila euro l'anno, ora abbattuti dal manto sintetico. Ma ecco puntuali le polemiche: e l'impatto paesaggistico?

"Non si è mai discusso sulla questione in nessuna occasione, è una cosa che hanno fatto da un giorno all'altro - spiega Lorenzo Parlati presidente Legambiente Lazio - come è stata messa deve essere rimossa. Scriveremo al commissario che si sta per insediare e al direttore del servizio giardini che è ancora in carica perché venga rimossa al più presto". Dunque la soluzione sintetica non piace alle associazioni ambientaliste perché giudicata non idonea per un luogo storico come Villa Borghese. La Fise, federazione degli sport equestri e secondo alcuni principale indiziata a pagare i costi derivanti dal ciclo sabbia/erba, sta guardinga in finestra. Per ora va bene così perché paga Pantalone. Cioè il Comune.

fonte | repubblica.roma

Foto | rgbPhotos

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: