Beppe Grillo: "Il Meet Up di Roma denuncerà Veltroni e i suoi assessori"

Grillo risciòI Grilli Romani non ci stanno. Da quanto riporta Beppe Grillo, oltre alla beffa di vedere approvato un Piano Regolatore Generale che (dicono loro) non ha tenuto conto delle osservazioni delle diverse centinaia di comitati, che non tutela il verde pubblico e il patrimonio storico di antichi casali e siti archeologici che verranno spazzati via, non è stato concesso ai ragazzi del Meet Up di Roma di poter assistere alla seduta di approvazione nell’Aula Giulio Cesare.

In queste parole il contenuto essenziale della loro protesta:

Quello che però non deve e non può passare è che i cittadini romani, a casa loro, siano tenuti pretestuosamente fuori dalla Sala del Consiglio mentre è in atto la finta discussione di approvazione!



Infatti il piano è stato votato da tutta la maggioranza di sinistra in un'aula del consiglio comunale mezza vuota, con la presenza di costruttori e imprenditori edili (sembra espressamente invitati) mentre e' stato impedito l'accesso ai rappresentanti dei comitati ed ai semplici cittadini che hanno chiesto per ore ai consiglieri comunali di destra e di sinistra di potere entrare senza ricevere!

Non si sa se sia vero o no che i lavori in assemblea si siano svolti in presenza di costruttori invitati appositamente per l'evento, quel che è certo è che il Meet Up di Roma fa sul serio e ha già presentato un esposto alla questura di Roma (qui per il .pdf).

Non solo, stando a quanto affermerebbe Grillo “Si riserva di denunciare Veltroni e i suoi assessori”. Stay Tuned per ulteriori aggiornamenti.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: