M'illumino di meno, luci spente al Colosseo

Monumenti al buio per celebrare il terzo anniversario del protocollo di Kyoto sul clima. Su iniziativa della trasmissione Caterpillar di Radio2 Rai e patrocinio del Parlamento europeo, della presidenza del Consiglio dei ministri e del ministero dell'Ambiente, la società Terna, che gestisce l'energia elettrica a livello nazionale, ha registrato un taglio di energia di 400 megawatt, circa il consumo di 7 milioni di lampadine. Un successo, considerato che rispetto all'edizione dell'anno precedente si è risparmiati 100 megawatt.

Ma le adesioni ci sono da tutta Europa. A partire dalle 18 si è fatto buio al Colosseo, sulla cima della Tour Eiffel, sulla ruota panoramica del Prater di Vienna e nel Foreign Office di Londra; stessa cosa anche al ministero dell'Ambiente di Dublino, al grattacielo Pirelli e al Duomo di Milano, a piazza San Marco a Venezia, e sulla collina di Likavettos in Atene. Significativo il black out volontario di Edimburgo, città gemellata dal con Kyoto, che ha spento l'illuminazione del suo celebre Castello.

Complessivamente in Italia "M'illumino di meno" ha coinvolto oltre 500 comuni, e molti palazzi istituzionali e non: Camera, Senato, Palazzo Chigi e Quirinale, ministero dell'Ambiente, uffici dei Verdi e la sede nazionale del Pd, 70 Ipercoop, e sedi del demanio, Mc Donald's, Ikea e il gruppo Coin. A Roma, oltre al Colosseo, luci spente a fontana di Trevi e Pantheon.

fonti | caterpillar

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: