I gatti di Roma: nel 2007 salvati dal comune 500 concittadini a quattro zampe


Abbandonati da padroni incivili, fuggiaschi da canili o da famiglie umane che non li curavano a sufficienza, o semplicemente nati in strada. Parliamo dei gatti di Roma, specie animale adattata talmente bene allo scenario monumentale della Capitale da essere scambiato spesso con un pezzo della scenografia nelle foto e nelle cartoline turistiche.

Per alleggerire un po' il clima, surriscaldatosi per le note vicende di politica locale, ecco una notizia molto simpatica: a Roma nel 2007 il comune ha salvato dalla strada e sterilizzato 500 gatti, definiti insieme ai cani i nostri "concittadini a quattro zampe". "Nel 2007 - ha spiegato in particolare Monica Cirinnà, delegata del sindaco ai diritti degli animali - abbiamo salvato e sterilizzato 500 gatti a seguito di sgomberi, confische, sfratti, decessi di proprietari, patologie allergiche, accolti a centinaia presso le nostre strutture comunali, con l'ausilio anche delle colonie feline della città, di associazioni di volontariato e semplici cittadini. Per questo a Roma ci sono tanti felini che hanno bisogno di trovare una famiglia e in occasione della Giornata Internazionale del Gatto di domenica prossima, ci auguriamo che tanti romani vadano ad adottare quanti più animali, cuccioli o adulti".

Il riferimento delle Cirinnà va a domenica 17 febbraio quando saranno aperte la colonia felina della Piramide, dalle 14.00 alle 17.00 con stand adozioni e mercatino gattofilo, la "La casetta dei gatti" a via dei Rocciatori, ore 10.00-13.00 e 15.30-18.30, e la colonia felina di Torre Argentina dalle 12.00 alle 18.00. E se i gatti proprio non vi piacciono ricordiamoci tutti che i canili di Roma sono pieni di poveri cani destinati a campare dentro una gabbia, seppur curati, in compagnia ed in spazi migliori che in passato, per tutta la loro vita. Loro sarebbero felici di trovare una casa...

  • shares
  • Mail