Il calcio che verrà: il derby alle 21,15

Comanda chi paga, comanda chi ha i soldi. Il mondo funziona così, e dunque avanti con lo spezzatino calcistico. Il derby Lazio-Roma del 19 marzo è stato spostato dalle 20,30 alle 21,15; un'anomalia che si spiega tenendo conto del turno infrasettimanale da disputarsi al mercoledì. La stracittadina romana sarà sfalsata di circa un tempo di gara, e quindi i telespettatori, o meglio l'audience si prolungherà con evidenti e maggiori introiti pubblicitari. Cui prodest? Agli sponsor e alla Lega. Ma soprattuto, che fine hanno fatto i rigidi codici di sicurezza per le partite a rischio?

L'Osservatorio del Viminale, preso (per usare una metafora calcistica) in contropiede è infuriato. Giocare a notte tarda il primo derby dopo la morte di Sandri è una sfida agli ultrà che non amano il pallone dipendente da questa o quella tv. Per tacere dei più placidi tifosi, quelli che ricordano con amarezza il mercoledì di coppa e la domenica pomeriggio con la schedina in mano. Ma forse alcuni di loro guardano già al rugby.

fonte | gazzetta.it

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: